Alimentazione e danno renale

Due recenti studi, pubblicati su riviste scientifiche internazionali, hanno investigato la relazione tra consumo di carne e danni ai reni, in particolare nei casi di malattia renale cronica e di cancro renale. Riportiamo una descrizione discorsiva di questi studi a cura del PCRM (il Comitato di Medici per una Medicina Responsabile, USA).

Commento:

Questo nuovo studio suggerisce che seguire una dieta vegetariana può aiutare i pazienti con insufficienza renale cronica (IRC) di grado avanzato ad evitare l'aumento dei livelli ematici di fosforo. I pazienti che soffrono di IRC devono limitare l'assunzione di fosforo nella dieta, dato che alti livelli di questo minerale possono causare danni cardiaci e morte. Mentre le linee guida raccomandano una dieta con bassi livelli di fosforo per i pazienti con IRC, il contenuto in fosforo non è riportato sulle etichette nutrizionali dei prodotti. Sharon Moe (della Indiana University School of Medicine e Roudebush Veterans' Affairs Medical Center) e i suoi colleghi hanno studiato gli effetti di una dieta vegetariana e di una a base di carne sui livelli di fosforo in 9 pazienti con IRC.

I pazienti hanno seguito una dieta vegetariana e una a base di carne per una settimana ciascuna, intervallate da un periodo di 2-4 settimane. Alla fine di ciascuna delle due settimane di dieta, sono stati eseguiti esami del sangue e delle urine. Nonostante i livelli di proteine e di fosforo delle due diete fossero sovrapponibili, i pazienti mostravano minori livelli di fosforo nel sangue e minori tracce di fosforo nelle urine dopo la settimana di dieta vegetariana rispetto a quella carnivora. Gli autori pertanto concludono che la fonte di proteine nella dieta ha un effetto significativo nel condizionare i livelli ematici di fosforo in pazienti con IRC.